informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Calcolo media ponderata: ecco come si fa esattamente

Commenti disabilitati su Calcolo media ponderata: ecco come si fa esattamente Studiare a Imperia

Calcolo della media ponderata? Importante ed utile se siete prossimi alla fine di un corso di laurea ed avete necessità di conoscere il voto di laurea da cui partite prima della discussione della tesi (dove vi giocherete non poche chance di alzare l’asticella finale). Tecnicamente una media ponderata non è nient’altro che una misurazione più accurata di punteggi o investimenti che sono di importanza relativa l’uno per l’altro. Questo è spesso il caso dei portafogli di investimento, del punteggio di grado e di altre statistiche. Nel caso di una carriera accademica, invece, è il modo di capire come mettere insieme i voti di tutti gli esami sostenuti e quindi di preconizzare la “dote” con cui vi presentate davanti alla commissione di discussione tesi. È possibile scoprire come calcolare le medie ponderate. Ecco una mini-guida che vi illuminerà a riguardo.

Calcolo della media ponderata? Si può applicare in tanti campi. Se avete vent’anni e ci state leggendo, è perché lo volete applicare al vostro libretto. Come si fa a capire come vi presentate alla prova finale del corso di laurea? Ecco i passaggi chiave dell’operazione.

  1. Sedetevi con i vostri voti, un pezzo di carta ed una matita. Potrebbe essere necessario avere una visuale d’insieme per fare bene le cose;
  2. Prendete una calcolatrice. Di solito è più veloce moltiplicare le percentuali con una calcolatrice e il margine di errore è più basso;
  3. Per identificare i numeri che sono ponderati si consiglia di scriverli sul foglio in un modulo grafico. Ad esempio, se state cercando di capire un voto, dovreste identificare quello che vi è stato assegnato ad ogni esame;
  4. Per identificare i pesi di ciascun numero dovete partire dall’idea che questa è spesso una percentuale. Elencate il peso accanto al numero. Le percentuali sono comuni perché i pesi sono spesso una percentuale di un totale di 100. Se si sta calcolando la media ponderata di voti, cercate la percentuale di occorrenza su 100 e identificate il peso di ciascun esame o progetto;
  5. Convertite le percentuali in decimali. Moltiplicate sempre i decimali per decimali, invece dei decimali per percentuali;
  6. Moltiplicate ciascun numero in base al suo peso. Potete scegliere di scrivere questo alla fine del grafico o di farlo su 1 riga, in una formula. Ad esempio, se si sta tentando di calcolare la media ponderata di alcuni gradi, è possibile scrivere 0,9 (0,25) per indicare un grado di 90% del 25% del voto complessivo;
  7. Aggiungete i punteggi ponderati insieme. Ad esempio, 0,9 (0,25) + 0,75 (0,50) + 0,87 (0,25). Il punteggio totale ponderato per la classe sarebbe 0.8175.

La media ponderata

Una media ponderata differisce da una media normale in quanto una media ponderata restituisce un numero che dipende dalle variabili sia del valore sia del peso. Considerate il seguente esempio per capire meglio. Una spedizione di 10 casi di widget costa $ 0,20 per caso.

A causa del pesante consumo di widget, una seconda spedizione di 40 casi ora costa $ 0,30 per caso. Il costo medio dei casi in ciascuna spedizione – determinato dalla formula ($ 0.20 + $ 0,30) / 2 = $ 0,25 – non è una misura accurata del costo medio dei casi perché non tiene conto del fatto che ci sono altri 30 casi acquistati a $ 0,30 rispetto a $ 0,20.

La media ponderata restituirebbe $ 0,28, una rappresentazione più accurata del costo medio di un caso di widget in queste due spedizioni.

Il voto di laurea

Adesso che conoscete come effettuare il calcolo della media ponderata, potete calcolare il voto di base dal quale partirete alla tesi. Per ottenerlo, vi sarà sufficiente semplicemente moltiplicare il valore della vostra media ponderata per 11 e poi dividerlo per 3.

Un esempio di come ottenere il voto di laurea? Se la vostra media è 24,16, fate il calcolo voto di base: (24,16×11)/3= 88,5. Il valore di 88,5 è, quindi, il vostro voto di base, al quale dovrete aggiungere solamente i punti della tesi e dell’eventuale esposizione riuscita bene.

Considerate che il punteggio massimo di una tesi che può essere attribuito è di 6-7 punti, che spesso fanno la differenza in fase di traguardo. Fate attenzione però. Esiste la possibilità (in verità piuttosto comune) che vi attribuiscano anche un solo 1 punto. Puntate forte sugli esami e sulla loro media e starete in una botte di ferro.

Non c’è nulla di misterioso ormai per voi nel calcolo della media ponderata. Ora lo sapete e potete farlo da soli ma le competenze che state acquisendo nel vostro iter didattico non sono tutte riassumibili in soli numeri.

Ecco perché vi invitiamo a farvi un quadro della vostra situazione prendendo anche informazioni dal web o, più specificatamente, tra le righe degli articoli del nostro blog accademico di Imperia. Il senso del nostro form informativo. , infine, è che è nostra premura rispondere ai quesiti che non trovate evasi in altri canali. Se la conoscenza è tutto, noi vi aiutiamo ad aumentarla.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali