informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Italia fuori dai mondiali: ora c’è bisogno di professionisti per ripartire

Commenti disabilitati su Italia fuori dai mondiali: ora c’è bisogno di professionisti per ripartire Studiare a Imperia

Italia fuori dai Mondiali? Tutto vero e tutti sotto shock! I giornali e il web non fanno altro che parlare del fallimento della gestione di Ventura che, a modo suo, entra nella storia ottenendo un risultato che non avveniva dal lontanissimo 1958. Non è questa la sede per snocciolare le ragioni sportive. L’occasione, semmai, è buona per farvi presente che ci sarà una rivoluzione del calcio italiano e che, da questo anno zero, nascerà l’esigenza di una serie di nuove professioni sportive che, in qualche modo, potrebbe riguardarvi. Perché Unicusano offre master sul tema, con corsi in grado di trasferirvi competenze specifiche rare nel nostro paese. Ecco una mini-guida che vi illustrerà le diverse opportunità in merito buona lettura.

Italia fuori dai Mondiali di calcio e paese nello sconforto. In molti parlano di dramma e, in effetti, si tratta di una debacle che non avveniva dal 1958. Eppure ogni cosa ha il suo risvolto. Se uno scenario viene raso al suolo, infatti, vuol dire che presto ci sarà bisogno di nuove professionalità in grado di rifondare il calcio. In sintesi, potrebbe essere la vostra occasione per entrare in questo mondo con competenze che nessun altro ha e che, invece, i master Unicusano garantiscono. 

Alcuni passaggi chiave del tema ve li esponiamo qua ma, di certo, ha senso che poi voi andiate più a fondo sulla cosa. Si tratta, d’altronde, del vostro futuro e di un cielo le cui stelle devono ancora riformarsi. Molti dati circa la formazione post laurea su materie sportive li trovate sul web ma, più nello specifico, potrete informarvi leggendo tutti gli articoli che mettiamo con regolarità nel blog accademico di Imperia. Fateci anche sapere se avete dubbi inevasi. Come? Ponendoci domande dirette attraverso il nostro form informativo. Sarà nostra premura rispondervi.

Ora, chiarita la dimensione di supporto di questo articolo, ecco quali nuove opportunità di lavoro apre la mancata qualificazione ai Mondiali di calcio dell’Italia ad opera del ligure Giampiero Ventura. Per una Federazione che sta per essere radicalmente modificata, ci saranno tantissimi nuovi spazi da… occupare.

Pochesci e il video sulla Nazionale

L’umore intorno alla Nazionale di calcio non era buono già prima della storica eliminazione. Arrivare allo spareggio con la Svezia era qualcosa che non doveva accadere e la partita di andata a casa loro, persa per 1 a zero giocando male, aveva scaldato molti animi.

Ecco perché Poschesci ed il suo video sulla Nazionale hanno fatto il giro del web diventando subito virali. Magari con toni bruschi ed un eloquio non sempre politically correct ma l’allenatore dell’Unicusano Ternana, squadra della ricerca dell’università Niccolò Cusano che milita in Serie B, ha colto il pensiero comune di quel momento.

Ora che la frittata è fatta e che l’Italia non giocherà al Mondiale di calcio, in molti vorrebbero conoscere le parole del Mister ma non c’è più tempo perché le sue energie sono tutte indirizzate a salvare la squadra del Presidente Ranucci da un stagione complessa.


Diventare esperti di gestione di attività sportive

Con l’Italia fuori dai Mondiali ci sarà tabula rasa e, al prossimo banchetto, potreste sedervi anche voi… magari contribuendo, con la vostra professionalità, a conseguire risultati meno indecenti. Una ragione valida per iscrivervi e per seguire il master di primo livello in “Gestione e organizzazione di attività sportive“.

Le materie per imparare a gestire attività sportive sono tutte racchiuse in sei ricchi moduli di studio alla cui conclusione saprete muovervi con modernità in questo settore. Analizzerete tutti gli aspetti gestionali e gli elementi di economia aziendale (contabilità e bilancio sportivo) del caso e saprete occuparvi anche degli impianti sportivi (siano strutture, campi, palestre o aree fitness).

Le competenze di un esperto gestionale dello sport coprono gli aspetti giuridici, fiscali e finanziari dell’atleta ma anche la comunicazione ed i rapporti con l’esterno (sponsorizzazioni, diritti media e licensing) di tutto quel corposo mondo.

150 ore di lezioni complessive per 2mila euro sono il costo per lavorare nello sport in Italia con un titolo di studio moderno e appetito dalle più importanti società di settore.

Lavorare nella Psicologia dello sport

Se, invece, credete che i grandi risultati passino soprattutto dalla testa degli atleti, potrebbe fare al caso vostro il master di primo livello in “Psicologia dello Sport”. E’ una specializzazione di chi, dopo la laurea in Psicologia, vuole applicare i suoi studi alla gestione della psiche degli sportivi, sempre bisognosa di essere pungolata dalle giuste motivazioni.

Cosa fa uno psicologo dello sport? Si occupa dell’allenamento psicofisico dell’atleta, provvedendo alla sua educazione alla salute (quanti campioni hanno atteggiamenti autolesionisti?) e lavorando alla sua corretta integrazione nel gruppo o, più in generale, nel mondo della disciplina in cui gareggia.

I numeri del master psicologico dello sport sono:

  • 1500 ore di lezioni in video su piattaforma Learning;
  • 60 CFU – crediti formativi universitari riconosciuti a fine ciclo di studi;
  • 1100 euro totali, pagabili in due rate da 550 euro l’una.

Che l’Italia fuori dai Mondiali sia una oggettiva realtà è un dato di fatto ma lo è anche il percorso di studi post laurea che potrebbe portarvi, un giorno non troppo lontano, a fare in modo, anche col vostro lavoro, che tutto questo non avvenga. Seguite il nostro consiglio. Informatevi bene.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali