informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Un master Unicusano per diventare giornalista moderno

Commenti disabilitati su Un master Unicusano per diventare giornalista moderno Studiare a Imperia

Per diventare giornalista non esiste ancora adesso, col nuovo millennio già ampiamente entrato nella sua seconda decade, un preciso percorso da seguire. Non c’è una laurea in informazione precipua (perché) ed esistono solo corsi specifici che preparano ad un mestiere che quelli della vecchia guardia sostengono debba essere imparato solo sul campo. La verità è che studiare informazione nell’era digitale significa superare entrambi i punti di vista unendoli e cioè sposare l’esperienza diretta “della strada” con una approfondita ed aggiornata panoramica di come si muove l’utente sui social network. Chi vi può aiutare in questo è Unicusano che offre un master in giornalismo 3.0 che vi insegnerà le tecniche SEO, quali strumenti usare per dare una direzione al vostro lavoro e quali canali battere per arrivare ai lettori reali o, meglio, ai Millenials. Considerando che i docenti sono tutti addetti ai lavori, si tratta di un’occasione unica per acquisire competenze che in pochi hanno ed in pochi trasmettono. Ecco qualche informazione in più. Buona lettura.

Come si fa per diventare giornalista in Italia ai giorni nostri? Un tempo era sufficiente averne voglia e mettersi in strada ad imparare il mestiere sotto l’ala protettrice di qualche bravo mentore. Oggi, però, è cambiato tutto perché la strada sono i social network e ci si deve approcciare coi giusti modi. Prima di spiegarvi come imparerete a farlo con l’università Niccolò Cusano, ci preme ricordarvi, però, proprio per il diritto all’informazione di cui godete, che questa è solo una mini-guida. Molte altre informazioni sul tema, infatti, le potrete avere leggendo gli articoli del blog accademico di Imperia o anche facendoci le domande che avete necessità di fare attraverso il nostro form informativo.

Capito questo, però, iniziate a darvi i rudimenti su questa formazione giornalistica post laurea del nostro Ateneo leggendo alcuni passaggi che vi metteranno in chiaro cosa offre il master in “Giornalismo 3.0”.

Cos’è l’Ordine dei Giornalisti

Se volete entrare in una famiglia, è bene che questa famiglia la conoscitae bene. Ecco perché la prima cosa da fare per diventare giornaslista è sapere cos’è l’Ordine dei Giornalisti. Conoscere, insomma, chi seguirà e tutelerà i vostri diritti e farà anche da garante coi vostri colleghi di un operato etico e corretto sul campo.

Tecnicamente l’Odg è un ente pubblico “non economico a struttura associativa” che è stato fondato nel lontano 1963.  Il ruolo dell’Ordine è rappresentare la categoria professionale del giornalismo in Italia. La sua funzione principale è gestire l’Albo dei giornalisti, grazie al quale si può fare opera di tutela e vigilanza sull’operato degli iscritti.

Gli organi principali dell’Odg nazionale? Al vertice c’è il Consiglio nazionale, composto da 60 menbri divisi, per ogni ordine regionale, in:

  • due professionisti;
  • un pubblicista.

Ha facoltà di eleggere al proprio interno:

  • Presidente;
  • Vicepresidente;
  • Segretario;
  • Tesoriere;
  • Collegio dei revisori.

La differenza tra pubblicista e professionista

Se state valutando una formazione giornalistica moderna è perché avete intenzione di lavorare in questo settore. Di certo, allora, vi starete chiedendo anche se conviene prendere il patentino da giornalista o quello da pubblicista. Non essendo possibile ricoprire entrambi i ruoli, d’altronde, è importante scegliere sapendo che dipende solo dalle vostre esigenze.

La differenza tra pubblicista e professionista più chiara è che, secondo la normativa, i giornalisti non dovrebbero fare nessun’altra professione mentre i pubblicisti hanno la possibilità di svolgere diversi mestieri in più campi. A livello contrattuale, ne consegue che i giornalisti professionisti siano maggiormente protetti.

Non solo. Cosa non può fare un pubblicista? Diventare direttore responsabile di una testata registrata. La ragione per cui esistono questi due lati della professione è che i pubblicisti dovrebbero essere “esperti di un determinato settore dediti alla diffusione delle loro competenze specifiche tramite articoli su riviste o quotidiani” mentre i professionisti dovrebbero “lavorare stabilmente per una o più testate in quanto padroni delle tecniche specifiche di questa professione”.

Come diventare SEO Specialist

Ormai, però, è incocepibile pensare di lavorare nell’informazione in Italia senza sapere come diventare SEO Specialist, perché oltre l’80% dei lettori carpisce le notizie (e gli articoli) da link su Facbeook, LinkedIn e Twitter. Il modo di scrivere, quindi, non può essere lo stesso di vent’anni fa.

Il master Unicusano per giornalisti moderni, non a caso, spiega ampiamente come si posiziona sui motori di ricerca un contenuto e insegna anche quali sono gli strumenti per farlo, da WordPress ai suoi tool passando per Analytics e Google Trends.

Sapere come scrivere un articolo per il web vi metterà in una condizione di appetibilità con le testate giornalistiche principli perché la vecchia guardia è al limite dell’analfabetismo digitale e, più in generale, in pochi sanno sposare informazione a programmazione di Search Engine Optimization.

Scrivere per i social network

Conoscere le regole del posizionamento organico su Google e affini non è sufficiente a definirsi giornalisti moderni. Bisogna anche aver chiaro in testa come e perché scrivere per i social network, luoghi in cui tutto è molto diverso rispetto al mondo reale.

Come insegna il proliferare delle fake-news, sui social media serve scuotere l’attenzione di un pubblico distratto che va sempre di fretta e che legge con grande superficialità. Con questo corso post laurea sull’informazione dell’università Niccolò Cusano imparerete a gestire i titoli in modo che la gente ci clicchi sopra e legga l’articolo ma conoscerete anche altri aspetti.

La scelta della foto di un link ha il suo peso ed anche la scrittura stesso del link (che tecnicamente si chiama “slug”) può giocare in vostro favore. Le cose da sapere in tal senso sono molte ed è per questo che si è pensato di metterle per iscritto in un corso.

Ora che avete una strada tracciata per diventare giornalista non vi resta che convincervene a pieno prendendo altre informazioni sul master sui nostri profili social ufficiali.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali