informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scegliere il miglior quaderno per appunti all’università

Commenti disabilitati su Come scegliere il miglior quaderno per appunti all’università Studiare a Imperia

Quaderno per appunti? La sua importanza la potete capire da una percentuale che esperti di apprendimento hanno ufficializzato e cioè che l’80% del processo di memorizzazione può avvenire già durante la lezione se prendete bene gli appunti. Siccome a lezione ci dovete stare, un po’ perché alcuni corsi hanno l’obbligo e un po’ perché i vostri genitori a casa a dormire non vi lasciano, ecco spiegata la ragione di questa mini-guida. La tecnologia anche in questo settore sta andando avanti e le applicazioni per prendere appunti non mancano. Il problema (o la salvezza), però, è che dietro la macchina ci deve sempre stare l’elemento umano. Dovete, cioè, capire voi cosa volere o come metterlo nero su bianco. La miglior palestra per imparare a scrivere gli appunti è tenere un quaderno, in vecchio stile. Farlo ha le sue regole ed i suoi paletti entro cui stare. Continuate a leggere per saperne di più in merito.

Quaderno per appunti? Imparate a tenerlo nel modo giusto e ne guadagnerete in tempo di studio e, soprattutto, in qualità di apprendimento. Innanzitutto va detto che la stenografia è un modo per garantire la presa rapida dei concetti chiave. Studiarne i principi base è tutt’altro che errato. Ma questa è sola una premessa suggestiva.

Il primo consiglio per prendere appunti è che, se lo state facendo da una fonte, vi conviene includere i numeri di pagina e le informazioni bibliografiche di base per ritrovare tutto in fretta qualora ne abbiate bisogno. Sempre per un’idea di ordine, usate colori diversi per distinguere tra le vostre idee e quelle dell’autore o del docente. Una volta fatta lavorare la mano, è bene che eseguiate un backup che, tradotto nel mondo reale, significa che abbiate fatto le fotocopie dei vostri appunti. Perso un quaderno non sarete a terra col lavoro. è una tutela non da poco.

Anche digitalizzare gli appunti è buona prassi. Uno scanner adesso si trova facilmente e non solo vi aiuta allo scopo del backup ma vi facilita la vita da studenti se avete voglia di scambiare il vostro lavoro con altri colleghi. Tra gruppi di WhatsApp e email, la condivisione dei file è ormai istantanea. Giocatevela a vostra vantaggio.

Un buon quaderno per appunti deve avere chiare le seguenti informazioni:

  • dati del proprietario;
  • oggetto del lavoro (materia, corso di laurea, ecc.);
  • schema generale della specifica dei contenuti;
  • paragrafi ben distinti e facilmente individuali (per esempio attraverso l’uso a linguetta dei PostIt);
  • testi chiari e ben formattati tra colori, spazi e richiami.

Prendere appunti

Nell’ottica di avere un buon quaderno per appunti, ecco qualche cosa da evitare:

  • Non chiacchierate con gli altri studenti, perché non avete le competenze per capire quando e cosa seguire e rischiereste di bucare un concetto chiave o, comunque, importante;
  • Non fatevi trovare a corto di materiale, perché finire la carta o la penna nel mezzo di una lezione è un danno per cui è meglio avere nello zaino più materiale che meno;
  • Non registrate perché sbobbinare è una pratica noiosa e complessa che porta tanto (troppo) tempo e perché la testa non apprende nello stesso modo se sa di avere un’altra possibilità di farlo più tardi.

Come si prendono appunti

Sapete cosa ci deve essere nel vostro materiale e cosa dovete evitare. Ecco cosa fare per prendere appunti bene.

Annotare solo i concetti chiave

Perché non siete dei registratori e non funzionate come tali per cui cercate prima di tutto di capire in tempo reale cosa dice il docente e poi di focalizzarlo a keywords.

Usare parole proprie

Perché dovrete capire cosa avete scritto nella successiva fase di rilettura e il miglior modo di farlo è usando un codice lessicale che vi appartenga e che non vi ingeneri difficoltà.

Utilizzare abbreviazioni

Perché la velocità è essenziale e l’estetica conta nulla. “Cmq! è efficace e vi fa capire cosa significa senza aver perso la frase successiva che, magari, è basilare per la natura stessa della materia che state seguendo.

Catturare l’attenzione con alcuni stratagemmi

Perché dovete convincere soprattutto voi di quel che c’è scritto e trucchi utili in tal senso sono scrivere i concetti base:

  • in maiuscolo;
  • segnalandoli con frecce o punti esclamativi;
  • sottolineandoli

Ora lo sapete davvero come è fatto un buon quaderno per appunti. Non vi resta che mettervi all’opera mettendo nero su bianco la teoria di questa mini-guida. Che seguiate un corso di laurea in FIP – formazione in presenza o in FAD – formazione a distanza, l’importante è che vi approcciate alle lezioni nel modo giusto e cioè con la voglia di imparare da subito e, soprattutto, con la voglia di schematizzare i concetti chiave in modo che finiscano nelle vostre pagine nel modo corretto che avete testé imparato. Se poi, oltre a quel che carpite durante le lezioni, volete altri dati, molto trovate negli articoli del nostro blog accademico di Imperia oppure chiedendoci ciò che volete sapere attraverso il nostro form informativo. Sarà nostra premura rispondere.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali