informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Sicurezza in se stessi: ecco spiegato come si acquisisce

Commenti disabilitati su Sicurezza in se stessi: ecco spiegato come si acquisisce Studiare a Imperia

Sicurezza in se stessi? Importante. Ovunque. Non solo in questi anni accademici quando dovete sapere come affrontare un esame orale senza inciampare nella timidezza o, addirittura, nel terrore di parlare in pubblico. La vita (si spera) è lunga e conviene avere le scarpe buone per camminare lungo la strada che vi aspetta. Conoscere il proprio valore significa avere suole di gomma dura indistruttibili. C’è chi ci nasce già formato in tal senso e chi non possiede questo talento. Se appartenete a questa seconda categoria, non dovete panicare. Esistono dei consigli e delle tecniche per aumentare l’autostima e Unicusano, avendo come priorità il vostro benessere, è qua per spiegarvene alcune e per darvi gli strumenti per trovare le altre. Buona lettura.

Sicurezza in se stessi? Ci si può lavorare se non la possedete. Non lasciatevi togliere l’aria dall’ansia, non parlate ai docenti con una voce tremante e fastidiosa. Noi, certi che vi sarà utile negli studi del corso di laurea che avete scelto ma anche negli anni a venire da neo-laureati, qualche indicazione sul tema ve la diamo.

Innanzitutto ecco la lista delle caratteristiche di chi è insicuro:

  1. Senso di inferiorità;
  2. Scarsa reattività ai problemi;
  3. Difficoltà nel raggiungere nuovi obiettivi;
  4. Disturbi d’ansia;
  5. Eccessiva timidezza;
  6. Forte chiusura mentale;
  7. Comportamento passivo;
  8. Ricerca continua del consenso altrui;
  9. Scarso spirito di iniziativa;
  10. Poca voglia di rischiare;
  11. Scarsa resilienza;
  12. Scarsa assertività;
  13. Tendenza al pessimismo.

Se fate parte di questa “lista della spesa” non disperate. C’è, infatti, da sapere che solo i 15% della gente risulta essere totalmente sicura dei propri mezzi. In mezzo c’è tutto un mondo di individui che deve tenere sempre a mente che la negatività colpisce profondamente anche il benessere psico-fisico. E’ scientificamente comprovato che i cervelli delle persone con scarsa autostima presentano un’atrofia corticale rispetto a quelli di chi ha una buona considerazione di sé.

Fortunatamente la soluzione è seguire qualche consiglio per essere più positivi.

Come essere più positivi

Nel discorso della sicurezza in se stessi ha peso la parte negativa, che abbiamo visto in apertura, ma anche quella positiva. Aspetto, quest’ultimo, che può essere sintetizzato schematicamente con questo specchietto informativo di consigli su come essere positivi:

  • pensare che vedere un finale negativo lo garantirà;
  • immaginare che intorno a voi c’è un mondo di nuove opportunità da cogliere in caso ne perdiate una nell’immediato;
  • pensare che molte ansie sono solo vostre e non dell’interlocutore di fronte;
  • pensare che la fortuna a volte toglie ma molto spesso dà;
  • puntare sul sorriso perché comunicare positività genera positività.

E’ chiaro che, tra le caratteristiche di una mente positiva, c’è anche un contesto che, se favorevole, aiuta l’umore e che non può essere assolutamente modificato da voi. Leggere biografie di personaggi importanti, però, potrebbe aiutarvi anche in questo senso perché la vita insegna che il mazzo delle carte è spesso mischiato dal destino in un verso ma anche nell’altro.

Come essere sicuri di se stessi

Abbiamo visto i due estremi aspetti dell’essere sicuri in se stessi. Ora entriamo nel fattivo. Ora vi diamo 6 consigli su come essere sicuri di voi stessi. Eccoli:

  1. Ritrovate la serenità che meritate;
  2. Vivete nuove esperienze;
  3. Gestite le emozioni negative;
  4. Assumete un atteggiamento positivo;
  5. Prendetevi cura di voi stessi;
  6. Non paragonatevi agli altri.

Quest’ultimo snodo, in particolare, merita attenzione.  A livello psicologico un po’ di sano confronto non può che fare bene perché funziona da stimolo ma dovete stare attenti a non superare il limite della normalità inducendovi a pretendere sempre di più con un carico di stress molto difficile da supportare. Si tratta, infatti, di un comportamento autolesionista che potrebbe essere debilitante e potrebbe minare la vostra serenità ed il vostro equilibrio. Imparare a resistere al bisogno di paragonarsi agli altri diventando consapevoli delle vostre piccole o grandi doti è una partenza essenziale.

Se al centro del vostro mondo ci siete voi non è un male. Prendetevi cura del benessere, con sport e alimentazione sana e con la voglia di puntare forte anche sulla testa. La gestione del tempo libero degli studenti, per esempio, è una fase delicata anche per questo. Darete alla testa modo di riposarsi ma anche al vostro spirito modo di temprare la sua sicurezza nei mezzi che ha (o che potrebbe raggiungere) con tempo trascorso per voi e con voi. C’è una bellissima citazione di Thomas A. Edison che racchiude l’intero senso di questo articolo ed è questa:

“Se facessimo tutte le cose che siamo capaci di fare, sbalordiremmo letteralmente noi stessi”

La sicurezza in se stessi non si compra online né al negozio sotto casa. Come avete visto, però, ci potete lavorare e lo potete fare come investimento sul vostro futuro. Gli esami finiranno prima o poi ma solo quelli accademici. Quelli della vita, invece, e ce lo dice Eduardo De Filippo, sono infiniti e sarà meglio affrontarli di petto. Ecco perché è molto importante continuare ad informarsi sul tema magari leggendo quello che scriviamo con regolarità nel blog accademico di Imperia o ponendoci quesiti  attraverso il nostro form informativo. Una delle nostre priorità è rispondervi quanto prima.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali