informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri filosofici: ecco 5 titoli da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su Libri filosofici: ecco 5 titoli da leggere assolutamente Studiare a Imperia

Libri filosofici? E’ una lettura impegnativa ma, soprattutto, è un modo intelligente di procedere alla gestione del tempo libero da studente perché terrete occupata la mente ma in un’attività di svago diversa dallo studio. La filosofia in sé è materia densa e risale alla notte dei tempi. I primi filosofi, infatti, hanno dato tracce di loro fin dall’antica Grecia. Va da sé che sapere quali siano i migliori libri di filosofia da leggere non sia del tutto un compito semplice. Diciamo che esiste una parte “soggettiva” in questa scelta ma, di base, questa è la sintesi di quello che è venuto fuori dopo un nostro giro sul web. Buona lettura (prima dell’articolo e poi dei libri).

Libri filosofici? Molta scienza, molto sapere. Tanta qualità, tanti titoli. Per ottenere una buona comprensione della filosofia occidentale, dovete coprire gli insegnamenti di base di alcuni dei più influenti filosofi. Questi pensatori hanno influenzato il corso della storia con il loro lavoro, e l’eredità di molti dei loro studi è ora più che mai attuale.

Eppure, se volete iniziare a cimentarvi con questo genere alto di letteratura, ecco i migliori 5 titoli di libri sulla Filosofia:

  1. “La Repubblica” di Platone 

    E’ un libro di Filosofia che non ha eguali nella sua copertura di tutte le aree della vita. Platone affronta questioni metafisiche e lo fa con il linguaggio e le analogie che la maggior parte delle persone può cogliere con una lettura attenta. Vengono trattati temi attuali come matrimonio, musica, guerra, monarchia e procreazione.

  2. “L’etica nicomachea” di Aristotele

    Tutto parte dalla domanda guida di Aristotele “qual è la cosa migliore per un essere umano”. La sua risposta è felicità ma intende, non qualcosa che sentiamo, ma piuttosto un particolare tipo di vita. La felicità è costituita da attività in cui utilizziamo le migliori capacità umane. Ecco perché i nostro sviluppo come membri di una comunità ci dà modo di impegnarci in una contemplazione divina.

  3. “Storia della Filosofia occidentale” di Bertrand Russell

    Sin dalla sua prima pubblicazione nel 1945, questo classico della Filosofia è stato universalmente acclamato come un eccezionale lavoro senza precedenti per completezza, chiarezza, erudizione, grazia ed intelligenza.

  4. Al di là del bene e del male”di Friedrich Nietzsche

    Confermò il filosofo Nietzsche come il più alto filosofo europeo della sua epoca. L’opera rigetta drammaticamente la tradizione del pensiero occidentale con le sue nozioni di verità e Dio, di bene e di male. Il pensatore tedesco dimostra che il mondo cristiano è immerso in una falsa pietà e infettato da una “moralità schiava”.

  5. “Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” di Robert Pirsig

    Nel suo primo romanzo autobiografico, Pirsig combatte sia con il fantasma del suo passato sia con le più importanti questioni filosofiche del XX secolo. Per quale motivo la tecnologia ci ha allontanato dal nostro mondo? Quali sono i limiti dell’analisi razionale? Se non possiamo definire il bene, come possiamo viverlo? Un interessante esame di queste domande in questo ben amato libro di filosofia popolare.

I libri di filosofia moderna da leggere

Questi che vi abbiamo elencato sono i classici della Filosofia ma in questi tempi odierni, per fortuna, i pensatori non hanno smesso di esercitare il cervello e di produrre interessanti elucubrazioni. 

Ecco una lista di titoli di saggistica filosofica moderna:

  • “Generare Dio” di Massimo Cacciari;
  • “Etica della comunicazione” di Adriano Fabris;
  • “La quarta rivoluzione. Come l’infosfera sta trasformando il mondo” di Luciano Floridi;
  • “La misura eroica. Il mito degli argonauti e il coraggio che spinge gli uomini ad amare” di Andrea Marcolondo;
  • “La libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni” di Benjamin Constant;
  • “Il principio dignità umana” di Paolo Becchi.

Libri: qualche consiglio

Saper leggere un libro di filosofia non è una cosa scontata. Di base non è una storia di narrativa nè un prodotto di svago. Per capire al 100% quello che avete tra le mani ecco una piccola check-list di tricks sui libri di filosofia.

Informazioni sull’autore

Prima di buttarvi a capofitto nella lettura di libri filosofici, fate un salto su Wikipedia e non solo per capire chi ha scritto il libro e cosa c’è di vissuto dietro a certi pensieri. Vi aiuterà ad entrare subito nel mood giusto e a non incagliarvi alle prima pagine spigolose.

Prendere appunti

Non c’è niente di male, non dovete vergognarvi. La complessità di un testo filosofico è rinomata ed è un “sapore” al quale ci si deve abituare. Agli inizi è consigliabile ed utile avere accanto un block-note in cui mettere a fuoco i passaggi chiave che avete colto.

Rileggere diverse volte il testo

Per la stessa ragione di cui sopra, non c’è niente di male ad affrontare 2 o 3 volte alcuni libri filosofici. Capirete dei passaggi ulteriori e coglierete maggiori sfumature arrivando a fare del tutto vostro un testo altrimenti ostico. Vedrete, tra l’altro, che anche articoli come questo sulle “Funzioni dello Stato” vi saranno più chiaro dopo aver preso dimestichezza col pensiero filosofico occidentale.

Libri filosofici da leggere e da farvi regalare ai prossimi compleanni ora ne avete tanti.  La mente vostra sarà allenata nello studio da una sessione e l’altra di studio e nel pensiero grazie a queste letture colte. Se poi volete abbassare il tiro, ci sono i nostri articoli che pubblichiamo ogni giorno sul blog accademico di Imperia. C’è anche, per completezza di informazione, il nostro form informativo, con cui potrete farci domande dirette e senza giri di parole sull’università e la sua offerta didattica.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali