informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare spin doctor: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare spin doctor: studi e possibilità Studiare a Imperia

La politica ti appassiona e vuoi capire come diventare spin doctor? Sei nel posto giusto. Questa figura non è nuova nel panorama professionale italiano, ma ha raggiunto un maggiore inquadramento soprattutto negli ultimi anni. 

Lo spin doctor è un esperto di comunicazione politica, il cui compito è curare l’immagine pubblica di uomini politici e/o di interi partiti. Vuoi saperne di più? Leggi la nostra guida e scopri tutto quello che c’è da sapere su questa interessante figura professionale.

Spin doctor: chi è

Prima di capire come diventare spin doctor, ti proponiamo un piccolo approfondimento sulle sue mansioni. Questo professionista ha sì il compito di curare l’immagine dei politici ma con uno scopo ben specifico: attirare e mantenere stabile/far crescere il consenso elettorale. Si tratta, infatti, di un esperto di comunicazione e personal branding.

La definizione spin doctor è stata coniata all’inizio degli anni Ottanta, prendendo in prestito due termini che appartengono al gergo del baseball e del cricket. La parola spin fa riferimento a un movimento rotatorio che consente ai giocatori di mettere a segno la palla. Doctor, invece, si usa nell’accezione di “esperto di”. I due termini insieme indicano una persona esperta nel mettere a segno la palla. Nel caso dello spin doctor la specializzazione riguarda la capacità di “fare andare a segno” il politico per cui lavora.

Spin doctor: cosa fa?

Nello specifico uno spin doctor si occupa di:

  • costruire l’immagine del politico
  • comunicare strategicamente l’immagine prescelta. Collabora cioè con il portavoce, gli addetti stampa e i social manager per far sì che tutti i contenuti prodotti siano in linea con l’immagine del politico. Non solo, controlla che i contenuti siano rispondenti all’elettore di riferimento e al canale su cui vengono immessi
  • gestisce le dichiarazioni pubbliche per rispettare la coerenza con l’immagine predefinita. In caso di dichiarazioni controverse adatta il messaggio in modo da non provocare dissenso nell’elettorato di riferimento
  • organizza piccoli eventi per rafforzare l’immagine del politico
  • gestisce tutti quegli imprevisti di varia natura che rischiano di macchiare l’immagine del politico (crisis management)
  • si occupa di news management

Quest’ultima competenza è molto importante. Per news management si intende l’attività di gestione delle notizie che ruotano intorno ai politici. Non solo, un buon spin doctor è in grado di inserirsi nel flusso di notizie quotidiane, di selezionare le news/argomenti che attirano di più l’opinione pubblica e di far intervenire il suo assistito.

Diventare spin doctor: il percorso di studi

Come puoi capire dalla descrizione qui sopra, le competenze da possedere sono davvero notevoli. Iniziamo dal principio. Come diventare spin doctor? Seguendo il giusto percorso di studi universitari. Non ci sono delle facoltà specifiche che preparano a intraprendere questa carriera. Ci sono, però, delle facoltà che forniscono il giusto bagaglio di conoscenze:

Per il tipo di lavoro sui contenuti (articoli, notizie, comunicati stampa) è consigliata anche la laurea in lettere e in scienze umanistiche. Se opti per questi percorsi in materie letterarie, sarebbe bene integrare le tue conoscenze con un master specifico.

Responsabili comunicazione e addetti stampa: l’anticamera degli spin doctor

In Italia non esiste un percorso di studi ad hoc in consulenza e comunicazione politica. Questo è ormai assodato. Allora, come diventare spin doctor? Seguire il percorso per lavorare come addetto stampa o responsabile della comunicazione è un’ottima alternativa per maturare esperienza.

Entrambe le professioni hanno delle mansioni in comune con lo spin doctor. Non solo, i due ruoli consentono anche di gravitare nello stesso mondo. Un addetto stampa o un responsabile della comunicazione sono a contatto ogni giorno con giornalisti, social media manager ed elettori, vale a dire le stesse persone con cui deve relazionarsi lo spin doctor.

Si tratta cioè di una prassi che consente di fare esperienza e di acquisire le competenze necessarie per fare il salto e occuparsi di comunicazione politica.

Qualità richieste a uno spin doctor

Non puoi capire come diventare spin doctor se non verifichi le qualità necessarie per ricoprire questo ruolo. Una professione non è fatta solo di competenze tecniche o di passione. Sono necessarie anche tutta una serie di attitudini personali. Prima di intraprendere un percorso, che in questo caso è abbastanza in salita, devi verificare se hai tutte le carte in regola.

Un bravo spin doctor dovrebbe avere le seguenti caratteristiche personali:

  • forte autocontrollo
  • buona capacità di gestire lo stress
  • capacità di lavorare in team e di collaborare con gli altri membri dello staff al raggiungimento di un obiettivo comune
  • creatività, intesa come attitudine a trovare soluzioni per la risoluzione di crisi/problemi
  • flessibilità e adattabilità
  • orientamento al cambiamento
  • capacità di tessere un’ampia rete di relazioni personali

I primi passi per diventare spin doctor

Come cominciare a metterti alla prova? Inizia con le campagne elettorali. Lo spin doctor ha un ruolo fondamentale durante le elezioni, soprattutto di quei candidati che si affacciano per la prima volta nell’arena politica. 

Puoi iniziare seguendo le campagna per le amministrative locali. Scegli i piccoli comuni o le circoscrizioni delle città, meglio ancora se sei del posto. In questo modo sarà più semplice muovere i primi passi e fare esperienza. Comincerai anche a venire a contatto con il mondo politico e a farti conoscere. Se i tuoi servizi saranno graditi al politico di cui ti sei occupato, potresti trasformare una collaborazione senza remunerazione in un lavoro vero e proprio.

Un’altra strada percorribile per iniziare sono gli staff dei partiti politici. Dopo aver mosso i primi passi, puoi presentarti a un’agenzia specializzata in comunicazione politica con il grande vantaggio di avere un’esperienza nel curriculum, e eventualmente una rubrica di contatti utili per svolgere la tua professione.

Dipendente o libero professionista?

Uno spin doctor ha davanti a sé due strade percorribili dal punto di vista lavorativo: il dipendente o il libero professionista.

Come dipendente è possibile lavorare per agenzie di comunicazione, agenzie di marketing politico, agenzie di pubbliche relazioni e agenzie stampa. La carriera da libero professionista, invece, è percorribile dopo che ti sei fatto le ossa. Iniziare da indipendente è più complesso e richiede molto più tempo e fatica.

Dopo aver lavorato nello staff di un’agenzia per un po’ di tempo, invece, puoi pensare di metterti in proprio e scegliere il politico con cui lavorare. In Italia, ci sono diversi spin doctor che hanno conquistato la ribalta, soprattutto negli ultimi anni.

Puoi capire come diventare spin doctor approfondendo le bio di questi professionisti:

  • Luca Morisi
  • Pietro Dettori
  • Filippo Sensi
  • Jim Messina
  • Alastair Campbell e Peter Mandelson (spin doctor di Tony Blair)
  • David Axelrod e Julius Van de Laar (spin doctor di Barack Obama)

Libri di comunicazione politica

L’ultimo paragrafo della nostra guida è dedicato ai libri. Ti suggeriamo una lista di testi da leggere per cominciare a capire il mondo degli spin doctor:

  • La comunicazione politica di Michele Sorice – l’autore spiega in maniera semplice i temi più importanti della comunicazione politica, soffermandosi sulla figura dello spin doctor e sul marketing elettorale
  • Il nuovo marketing politico di Marco Cacciotto – il libro analizza le fasi strategiche del marketing politico, dalla costruzione delle campagne al ruolo delle emozioni nelle scelte politiche fino all’impatto delle nuove tecnologie
  • Presidente da vendere di Jacques Séguéla – libro-intervista firmato dal pubblicitario famoso per aver organizzato la campagna che ha portato François Mitterrand all’Eliseo nel 1981
  • La mente politica. Il ruolo delle emozioni nel destino di una nazione di Drew Westen

Credits immagine: DepositPhoto.com/Maxxyustas

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali