informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come ottimizzare il tempo per lo studio: 5 strategie da provare

Commenti disabilitati su Come ottimizzare il tempo per lo studio: 5 strategie da provare Studiare a Imperia

Studi, lavori e hai una famiglia a cui pensare? Hai sicuramente bisogno della nostra guida su come ottimizzare il tempo per lo studio.

Prima di leggere i nostri consigli sgombera il campo dai pregiudizi. Non ti forniremo una bacchetta magica con cui aumentare la durata delle tue giornate. Purtroppo, le ore a disposizione rimarranno sempre 24. Imparerai, però, come ottimizzare il tempo per sprecarne il meno possibile.

Ottimizzare il tempo in base alla propria personalità

Il nostro primo consiglio strategico è il seguente: analizza la tua capacità produttiva. Per capire davvero come ottimizzare il tempo per lo studio devi individuare i momenti della giornata in cui sei più produttivo. La mattina, il pomeriggio oppure la sera? Una volta individuato il tuo momento migliore, concentra lo studio in quella fascia oraria.

La preparazione di un esame assomiglia a qualsiasi altra attività umana. Ha bisogno di pratica e concentrazione, presuppone l’investimento di energia e l’ottenimento di risultati. Si tratta cioè di un’attività a cui si può tranquillamente applicare il principio di Pareto, noto anche come principio 80/20. Si tratta di una legge di natura statistico-empirica che descrive la realtà in base al rapporto 80/20.

Cosa significa? Pensa a un grande e-commerce con un catalogo di tantissimi prodotti. Il principio di Pareto applicato al commercio stabilisce che il 20% degli articoli consentirà l’80% dei guadagni. Volendo allargare l’analisi alla distribuzione della ricchezza, possiamo applicare Pareto e affermare che l’80% della ricchezza è in mano al 20% della popolazione.

Applicare il principio di Pareto allo studio significa individuare i momenti della giornata migliori per te e usarli per preparare gli esami, in modo da ridurre l’investimento in tempo senza pregiudicare i risultati.

Fai una cosa alla volta

Se studi e lavori, il consiglio fai una cosa alla volta ti potrà sembrare di difficile applicazione. In realtà è molto prezioso perché ti aiuta ad aumentare la concentrazione. Se stai studiando, devi concentrarti solo sullo studio mettendo fuori dalla porta tutti i motivi di perdita di concentrazione.

Per facilitare questo passaggio inizia dal distinguere il superfluo dall’essenziale.  Cerca cioè di gestire meglio le tue attività quotidiane in modo da lasciarti il tempo libero per lo studio. Come fare? Qualche piccolo consiglio:

  • delega le attività che possono gestire altri al tuo posto
  • automatizza le attività più ripetitive
  • organizza gli spazi del lavoro e dello studio in modo da usarli subito
  • fissa delle scadenze realistiche e suddividi le attività giorno per giorno così da non avere problemi a rispettarle
  • riduci le attività che comportano uno spreco inutile di tempo
  • fai attenzione a non mettere tutto in liste infinite. Le liste vanno maneggiate con cura perché potrebbero diventare strumenti che ti aiutano a procrastinare. Stai attento anche a non farti ossessionare dalle liste, altrimenti passerai più tempo a compilarle che a studiare
  • accorpa attività simili nello stesso momento. Questa pratica ti aiuterà a svolgerle più rapidamente

Fissa obiettivi misurabili

In qualsiasi guida su come ottimizzare il tempo per lo studio avrai letto il consiglio sugli obiettivi.  È sicuramente un ottimo suggerimento, perché l’assenza di obiettivi predefiniti comporta per forza di cose uno spreco di tempo.

Ci sono, però, obiettivi e obiettivi e pianificazione e pianificazione. Ti sarà capitato, per esempio, di creare piani che poi non hai seguito con un spreco di tempo doppio,  dato che hai investito anche quello necessario alla pianificazione.

Come devono essere dunque gli obiettivi per consentirti di raggiungere il tuo risultato? Ecco un esempio di obiettivi funzionali al risparmio di tempo:

  • scegli traguardi misurabili – suddividi la preparazione degli esami in capitoli o pagine per giorno. In questo modo terrai sotto controllo l’andamento dello studio e arriverai alla data degli esami senza lasciare indietro testi e dispense
  • stabilisci delle date intermedie – gli obiettivi sono più gestibili quando non prevedono tempi di realizzazione troppo lunghi. Fissa date intermedie per il ripasso o per i test utili a sondare la preparazione. In questo modo verifichi il tuo livello e individui eventuali lacune. Probabilmente dopo la fase di test, dovrai rimodulare i tuoi obiettivi

Se la tua situazione è in continuo divenire, puoi adottare la tecnica degli obiettivi a corto raggio. Puoi cioè fare dei planning settimanali in modo da tenere sotto controllo l’andamento dello studio e riuscire a ridurre comunque le ore giornaliere da dedicare allo studio.

Errori comuni da evitare

Il quarto consiglio della nostra guida su come ottimizzare il tempo per lo studio riguarda gli errori da evitare:

  • cancellare le pause – studiare di continuo senza neppure una pausa è controproducente. Il cervello ha un calo di attenzione dopo circa 45 minuti di studio ininterrotto. Sarebbe bene, quindi, programmare una piccola pausa di 5 minuti in modo da riprendere l’attività con maggiore concentrazione.
  • farsi condizionare dall’ambiente – l’ambiente in cui si studia è fondamentale. Per ambiente, però, non si intende solo la stanza dedicata allo studio. Se studi a casa, l’ambiente include anche i tuoi familiari che sono spesso la fonte di interruzioni più o meno frequenti. La cosa migliore è chiedere loro di aspettare che tu abbia finito di studiare, perché interruzioni continue per fare altro rischiano di deconcentrarti e di ridurre la qualità delle ore dedicate allo studio.
  • non considerare gli imprevisti – la tua pianificazione del tempo non può essere troppo rigida. È vero gli imprevisti sono tali perché imprevedibili. Puoi però includere l’eventualità dell’imprevisto nella tua pianificazione. Cosa significa? Non fare in modo che il tuo calendario di studi termini il giorno prima dell’esame. Potrebbero appunto esserci degli imprevisti che ti impediscono di studiare per uno o più giorni. In quel caso, non avresti il tempo di recuperare. Considera sempre 1/2 giorni di imprevisti per essere tranquillo.

Impara a gestire l’ansia e la frustrazione

Ridurre il tempo dello studio significa anche imparare a gestire i meccanismi psicologici che si innescano durante il percorso universitario. Gli esami universitari hanno un ruolo importante nella tua vita. Sono un passo che ti avvicina al mondo del lavoro, perché la laurea è l’ultimo titolo di studio da acquisire prima di iniziare a lavorare. Se sei già un lavoratore, invece, gli esami fanno parte di un percorso che potrebbe consentirti un avanzamento di carriera. In entrambi i casi possono generare cioè ansia, frustrazione e stress, tutte reazioni connesse con le attività importanti della nostra vita.

Per evitare che queste emozioni prendano il sopravvento, facendoti sprecare tempo prezioso, devi imparare a gestirle.

Un primo passo consiste non solo nel pianificare le attività, ma anche nel non procrastinare. Fai sempre tutto quello che hai deciso senza rimandare a domani, perché domani è un altro giorno è potrebbe sorgere un intoppo. Se quell’intoppo ti impedisce di portare a termine quanto hai rimandato, ansia e frustrazione sono davvero dietro l’angolo.

Un altro errore che si commette spesso consiste nel pianificare le diverse attività senza pensare mai a sé stessi e a tutte le attività parallele che si svolgono. Per iniziare davvero a mettere in pratica i consigli su come ottimizzare il tempo per lo studio, bisogna lasciarsi la possibilità di continuare a coltivare i propri hobby o a vedere i propri amici. Si tratta di attività fondamentali che consentono quella rigenerazione mentale in grado di aumentare la concentrazione nello studio.

Allora cosa ne pensi? Metterai in pratica i nostri consigli per sfruttare al massimo il tuo tempo a disposizione per lo studio?

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali