informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Yoga e concentrazione: perché può aiutarti nello studio

Commenti disabilitati su Yoga e concentrazione: perché può aiutarti nello studio Studiare a Imperia

Hai difficoltà a studiare per gli esami e hai digitato on line la ricerca yoga e concentrazione? Già solo cercare qualche informazione sulla meditazione è un passo avanti per risolvere il tuo problema.

Diversi studi universitari, infatti, hanno dimostrato come yoga e concentrazione sia un binomio perfetto. Secondo una ricerca condotta dall’Università dell’Illinois su un gruppo di studenti volontari, sono sufficienti dieci minuti al giorno di yoga per aumentare il livello di concentrazione e favorire lo studio.

In realtà, una migliore capacità di concentrazione porta con sé anche un altro risultato importante: un aumento del rendimento. Quest’ultimo aspetto tradotto in termini pratici significa esami superati con più facilità.

Fare yoga aiuta a ricordare con più facilità

Yoga e concentrazione sono così legati perché l’uno ha bisogno dell’altra. Per poter praticare la disciplina dello yoga, infatti, bisogna allenare la concentrazione. Se la mente è piena di ansie, preoccupazioni e pensieri, sarà più complicato eseguire le posizioni di equilibrio.

Per dedicarsi alla meditazione yoga, infatti, devi imparare a svuotare la mente. All’inizio si fa fatica a ottenere questo risultato e a mettere da parte i pensieri della vita quotidiana. Sarà la pratica a favorire lo svuotamento della mente in favore della capacità di fissare l’attenzione solo sulla posizione. Una volta raggiunto questo traguardo, si otterrà un conseguente aumento della concentrazione e della memoria.

Uno studio condotto nel 2011 dai ricercatori dell’Università di Harvard ha dimostrato che meditare aiuta la memoria, con un beneficio che si protrae per tutta la giornata e non solo nel tempo immediatamente successivo alla meditazione.

Fare yoga, dunque, può essere molto utile a uno studente. Se sei una matricola oppure ti ritrovi a dover conciliare studio e lavoro, la meditazione può venirti in aiuto per superare le difficoltà di un percorso universitario impegnativo.

Yoga contro l’ansia da esame

Lo yoga non ha effetti solo sulla capacità di concentrarsi, ma anche sulla respirazione e sulla regolazione del battito cardiaco.

Quando siamo in agitazione, il nostro corpo aumenta la produzione di adrenalina che fa innalzare la frequenza respiratoria, il battito cardiaco e la pressione. Agendo sulla respirazione, lo yoga favorisce la calma e riduce gli stati di agitazione in prossimità di un esame da sostenere.

In molti casi un cattivo esame è il frutto di ansia e stress, che creano quel blocco davanti al foglio bianco o davanti alla commissione di docenti. Ti sarà capitato qualche volta di sentirti così ansioso da avere l’impressione di aver dimenticato tutto. In quei casi è difficile recuperare e riuscire e superare l’esame.

Il nostro consiglio è fare yoga il giorno prima e il giorno stesso della prova in modo da ritrovare quella calma necessaria per dare il meglio di sé.

La meditazione per principianti: qualche consiglio

Per far sì che yoga e concentrazione siano davvero la soluzione ai problemi di studio, memoria e rendimento, bisogna iniziare a fare pratica.

Qui sotto trovi qualche utile consiglio:

  • comincia da seduto – la posizione più semplice per meditare è quella da seduti. Meglio ancora seduti sul pavimento a gambe incrociate.
  • rilassa il corpo – tieni una posizione dritta immaginando di avere un filo attaccato alla testa. Inizia a rilassare il corpo partendo dal basso verso l’alto. Comincia dai piedi e arriva fino alle spalle e al collo. Presta particolare attenzione alla mascelle, rilassale come fai con il resto del corpo.
  • respira restando immobile – porta l’attenzione sul respiro e concentrati. Usa il diaframma e respira lentamente in modo da sentire i polmoni mentre si espandono.
  • scegli un mantra – i mantra aiutano molto a tenere alta la concentrazione. Puoi ripeterlo sia mentalmente che ad alta voce. Un  mantra molto semplice e utile e “inspiro, respiro”.  Ripetilo di continuo per sincronizzare il respiro.
  • rilassa la mente – il respiro e il mantra aiutano a liberare la mente. Nel momento in cui rilassi la mente, dovresti raggiungere quel binomio yoga e concentrazione. Potrebbe capitare che un pensiero riaffiori, ma in questo caso non devi fare altro che metterlo da parte e riprendere con la respirazione.

Quando è finita una seduta di yoga?

Sarai tu a decidere quando è arrivato il momento di concludere la meditazione. Non esiste una durata standard in base alla quale regolarsi. Se è la prima volta che fai yoga, conviene sempre iniziare con delle sessioni brevi che non superino i 10 minuti.

Quando noterai i benefici della meditazione, finirai per aumentare spontaneamente la durata delle sessioni. Potresti anche tranquillamente adottare sempre il limite dei 10 minuti, usufruendo comunque di tutti gli effetti positivi su concentrazione e memoria.

Non appena sei pronto per concludere, porta lentamente la tua attenzione verso l’ambiente esterno. Riprendi il contatto con la tua fisicità muovendo le dita dei piedi e delle mani. Dopodiché stendi dolcemente gambe e braccia. A questo punto sei pronto per aprire gli occhi e riprendere a muoverti.

Dopo aver fatto yoga puoi ricominciare subito con l’attività che hai interrotto per meditare. Vedrai che riprendere a studiare ti risulterà molto meno pesante.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali