informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere una tesi magistrale in scienze motorie?

Commenti disabilitati su Come scrivere una tesi magistrale in scienze motorie? Studiare a Imperia

Sei arrivato quasi alla fine del tuo percorso di studi e vuoi capire come scrivere una tesi magistrale in scienze motorie? La prima cosa da fare è stabilire il tipo di lavoro che vuoi fare. Come saprai, infatti, puoi scegliere tra tesi compilativa e sperimentale. Esiste anche una terza tipologia che è una sorta di via di mezzo tra le due. Si tratta della tesi esperienziale, che consiste in un’analisi della letteratura esistente su un dato argomento, con la conseguente messa in pratica dei concetti contenuti nella bibliografia prescelta. Di solito, queste tesi sono incentrate sulle match analysis o sulla biomeccanica allo scopo di modellizzare  un metodo di lavoro adottato in un determinato settore sportivo. 

Ovviamente, la scelta della tipologia di tesi va di pari passo con la selezione dell’argomento. Per saperne di più leggi la guida qui sotto.

Tesi in scienze motorie: come scegliere l’argomento

L’unico consiglio sull’argomento è il seguente: scegli qualcosa che ti appassiona. Scrivere una tesi magistrale in scienze motorie su un tema poco interessante complicherà il lavoro. Sarai meno entusiasta e motivato e vivrai con più ansia tutto il processo di elaborazione.

Tieni presente, inoltre, che il tuo obiettivo è dedicare alla parte finale del tuo percorso il tempo giusto. Sarebbe meglio evitare cioè di perdere giorni preziosi proponendo argomenti poco interessanti, che finiscono per incontrare la scarsa attenzione dei docenti. Ci sono argomenti che meritano di essere scandagliati, altri già ampiamente approfonditi e altri ancora che necessitano di conoscenze e mezzi superiori a quelli di uno studente. In linea di massima, il consiglio è di non sottovalutarti ma neanche di sopravvalutarti.

Se hai scelto la tesi compilativa, procedi in questo modo:

  • verifica la bibliografia esistente
  • controlla la reperibilità di testi e articoli
  • valuta il professore a cui rivolgerti. Scegli in base all’interesse della cattedra per quel dato argomento

Se hai scelto la tesi sperimentale, invece, questi sono i passi da seguire:

  • individua l’ipotesi di lavoro
  • chiarisci lo scopo della ricerca, vale a dire la tesi verrà costruita per negare o affermare l’ipotesi iniziale?
  • pensa al campione di soggetti da coinvolgere nella sperimentazione
  • verifica la disponibilità di strumenti per eseguire i test di sperimentazione

Piccolo approfondimento sulla tesi sperimentale in scienze motorie

Il primo passo per scrivere una tesi magistrale in scienze motorie di tipo sperimentale consiste nell’individuare il campione di studio, a cui devi fornire un documento per il consenso informato.

Dopodiché, stabilisci il tuo metodo di studio, vale dire scegli i test da effettuare per acquisire i dati di ingresso sul campione in base allo scopo della tesi. Conclusa questa fase, suddividi il campione in gruppi a seconda del numero di metodi sperimentali da testare.

A ogni gruppo fornisci un protocollo di sperimentazione, incluso il gruppo di controllo che svolge i test e serve come confronto per capire ciò che accade nei gruppi sperimentali. Non appena la sperimentazione è terminata, procedi all’analisi dei dati tramite delle procedure statistiche.

Tutto questo lavoro costituisce il corpo centrale della tua tesi. Doppodiché, passi al commento dei dati raccolti, che metterai a paragone con la letteratura già esistente sull’argomento, in modo da confutare o smentire l’ipotesi di partenza della tesi. Quando avrai finito la stesura di questa parte, puoi scrivere le conclusioni in cui riassumi lo studio e i risultati ottenuti.

Indicazioni per la stesura della tesi magistrale

Per la tesi magistrale è necessario attenersi a una lunghezza compresa tra le 80 e le 150 pagine. Per pagina si intende il foglio fronte e retro, stampato da entrambi i lati. Si tratta di un lavoro decisamente più lungo di quello triennale. Per la tesi triennale in scienze motorie, infatti, si parla di circa 25 pagine. Nella stesura dovrai seguire la seguente struttura:

  • Indice
  • Introduzione
  • Capitoli
  • Conclusioni
  • Bibliografia

Suggerimenti per la bibliografia della tesi

Una buona bibliografia è fondamentale per realizzare un buon lavoro. Nel caso di una tesi magistrale in scienze motorie devi fare riferimento prima di tutto a libri e manuali. Può esserti utile il sito del Servizio Bibliotecario Nazionale, in cui puoi verificare la tua lista di testi di riferimento.

Non bisogna, però, soffermarsi solo ai libri:

  • riviste di divulgazione tecnico-scientifica i cui articoli devono soddisfare determinati parametri per essere pubblicati (Scienza e Sport, Scuola dello Sport – Rivista di cultura sportiva e così via)
  • riviste scientifiche internazionali. Si tratta di materiale in inglese oppure di materiale in inglese e nella lingua di origine degli autori. Per aiutarti nella ricerca degli articoli hai a disposizione diversi database scientifici online, come PubMed, Science Direct e Sport Discus

Ma come capire se la rivista che hai scelto è di valore? Devi verificare l’IF (Impact Factor). Un IF alto sta a indicare una rivista citata spesso, a cui la comunità scientifica internazionale attribuisce un certa serietà. Se l’articolo prescelto è stato pubblicato da una rivista con IF alto, allora puoi considerarlo adatto a entrare a far parte della bibliografia di una tesi di laurea.

Credits immagine: DepositPhoto.com/SergPoznanskiy

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali